Proiezione del Corto Il Stupro

Proiezione del Corto Il Stupro

TORNIAMO IN UNIVERSITA’ e lo facciamo in grande stile! Lunedì 26 Novembre dalle ore 15, in collaborazione con l’Università degli Studi di Messina-Dipartimento di Scienze Politiche e con Il Carrettino delle Idee, proietteremo all’interno dell’aula magna di Scienze Politiche (Aula Campagna) il corto di produzione tutta Messinese”Il Stupro”, cui seguirà un analisi a seguito della proiezione

Il tema delle violenze è assai delicato ed in tale panorama riteniamo opportuno e necessario avviare una riflessione consapevole tra la popolazione tutta, di ogni estrazione sociale, essendo appunto sociale il problema. Da questi temi non può essere sollevata la popolazione universitaria, studentesca e docente, che è chiamata ad un atto di coscienza fattiva, da tale problematica non può nemmeno essere esentata l’arte come mezzo per far vivere e comprendere dinamiche assai complesse, proprio in tale contesto abbiamo ritenuto funzionale e necessario aprire una discussione sul tema partendo da “Il Stupro”, un corto dal grande valore contenutistico, narrativo e formativo, come hanno già dimostrato i giudizi ed il successo delle proiezioni fatte.

“Il stupro” nasce da un idea di Placido Sturiale e dalla penna di Tonino Cafeo, attraverso la quale si intende dare un volto, una voce, e soprattutto una storia, al personaggio maschile di una narrazione che parla di stupro, colmando una lacuna importante: l’assenza del genere in letteratura cinematografica, come in quella televisiva (fatta eccezione di una breve intervista di Enzo Biagi, 1978 e delle riprese all’interno dell’Aula di Tribunale di Latina durante il famoso “processo per stupro”, 1978), tantomeno in letteratura giudiziaria o letteraria in cui la voce diretta dell’uomo stupratore è quasi sempre ignorata, a conferma del fatto che questo abuso è visto perpetuamente come un problema esclusivamente al femminile.
Ecco quindi l’esigenza imprescindibile di raccontare “Il stupro” , la prospettiva di uno stupratore attraverso le parole del maschio stesso che agisce la violenza; per capire i meccanismi perversi, il pensiero malato che lo porta all’atto brutale e infame.
Alla realizzazione del film hanno collaborato degli esperti come la psicoanalista Donatella Lisciotto e la Criminologa Sonia Bucolo.

La proiezione, aperta a tutti, vedrà protagonisti gli autori e varrà 0,25 CFU per ogni studente che vi prenderà parte.

La proiezione di Lunedì apre una particolare settimana di eventi di Fare Per Cambiare, una settimana importante che vedrà una serie di eventi di grande portata culturale e … non solo!! STAY TUNED

Il cambiamento passa dalle coscienze di ognuno di noi, riflettere non solo ci rende persone migliori ma migliora la società attorno a noi. Vi aspettiamo!

Evento Facebook


Dicci la tua!