Sondaggio Universitario: Parcheggi Policlinico

Sondaggio Universitario: Parcheggi Policlinico

Tante ore, tanto impegno ma anche tanti costi, per la maggior parte degli studenti universitari che svolgono le lezioni all’interno del nosocomio della città, il Policlinico di Messina, questi sono i sacrifici richiesti per un’elevata professionalizzazione in ambito Medico e Sanitario, ma se da un lato sono comprensibili e necessari i primi due, sul terzo ci si può discutere. E proprio con questo intento, assieme all’Associazione Orione, che abbiamo deciso di pubblicare un sondaggio online di 13 domande ed anonimo riguardante i parcheggi all’interno del Policlinico i cui dati verranno utilizzati per strutturare una proposta di modifica del prezzario attualmente in vigore così da favorire la fruizione degli stessi da parte degli studenti senza intaccare gli interessi Aziendali e di Gestione.

Perché proprio i parcheggi del Policlinico? La questione si inserisce all’interno del complesso quadro dei costi di frequenza dei corsi a matrice scientifica, riteniamo tuttavia che avanzare proposte non strutturate non possa risolvere le diverse problematiche e non possa nemmeno essere utile a tale scopo ragionare su ampi temi, ecco perché abbiamo deciso di affrontare una questione quotidiana, basilare quanto importante, con cui lo studente è chiamato a rapportarsi ogni giorno. Due dati ci hanno convinto dell’importanza della questione: Le ore di frequenza degli studenti all’interno delle strutture ed il fatto che molti studenti debbano ogni giorno viaggiare, anche per lunghe tratte, con mezzi propri per raggiungere il luogo di studio o Tirocinio che, vista la grandezza del nosocomio, non risulta nella maggior parte dei casi facilmente raggiungibile a piedi. Se i costi di carburante e mezzo non possono competere l’università può invece competere UniMe e l’Azienda Ospedaliera Universitaria (A.O.U.) l’agevolazione verso gli studenti nel far si che possano raggiungere agevolmente il luogo di formazione ed usufruire del sacro Diritto allo Studio in cui passano gran parte delle giornate. Dov’è il problema? Nel costo di accesso ai parcheggi del Policlinico per gli studenti, differentemente infatti per quanto accade per i dipendenti dell’Azienda Ospedaliera e per altre figure, per gli studenti NON è prevista alcuna tariffa agevolata, un esempio lampante della disparità di trattamento e di come questa influisca? Per i dipendenti è prevista una tariffa mensile di accesso e fruizione ai parcheggi per tempo illimitato di 7 euro, per gli studenti il medesimo “pacchetto” prevede un costo di 50 EURO MENSILI, da qui è facile capire come questi costi gravino ed aggravino il monte spese già elevato per ogni studente, il peso in prospettiva è poi esponenzialmente maggiore se si parla di studenti “fuori sede” (studenti di città diverse che studiano ad UniMe e che dunque devono anche farsi carico in molti casi delle spese di affitto e mantenimento di un immobile oltre che personali). Il parcheggio è certamente un servizio, non un obbligo, ma ciò non toglie che questo servizio risulti essenziale per chi abbia l’obbligo di frequentare i dipartimenti ogni giorno per molte ore, dipartimenti che in molti casi sono dislocati nella zona monte del complesso ospedaliero, e le navette non possono essere la soluzione, i mezzi propri risultano spesse volte necessari e, parcheggiare all’esterno dell’area Policlinico risulta spesse volte impossibile.

Ecco perché abbiamo deciso che sia giunto il momento di raccogliere le opinioni degli studenti e capire, in base alle esigenze reali e concrete, quale possa essere la soluzione da proporre tutti insieme. Ricordiamo CHE IL SONDAGGIO E’ ANONIMO e che tutti i dati saranno trattati nel rispetto delle normative sulle Privacy

Il sondaggio, che ricordiamo essere rivolto ai soli studenti frequentanti corsi scientifici che abbiano sede nei locali del Policlinico è consultabile a questo link o direttamente in fondo a questo articolo E SARA’ APERTO DA MARTEDI’ 28 AGOSTO 2018 A SABATO 15 SETTEMBRE 2018

Insieme possiamo far si che i nodi reali e quotidiani trovino una soluzione.

Si invita alla diffusione.


Reader Comments

Dicci la tua!