Villa Dante, ancora silenzio.

Villa Dante, ancora silenzio.

E’ passata più di una settimana da quando l’Assessore Calafiore, per ragioni di natura istituzionale, ha rimandato l’incontro previsto con la nostra Associazione e Sicilia Terra Nostra, ragione dell’incontro sarebbe stato il Centro Ricreativo di Villa Dante da tanto, troppo tempo, senza risposte, ad oggi di quell’incontro non si ha alcuna notizia.

E mentre il Centro precipita ogni giorno nel degrado il Bando al quale abbiamo regolarmente partecipato per la sua assegnazione continua a cadere nel dimenticatoio e questa incredibile questione continua a trascinarsi nel tempo con buona pace della programmazione di rilancio sociale approntata dalle due Associazioni nell’ambito del progetto presentato per il Bando suddetto.

Non staremo qui a prendere righe di documento per rispiegare un questione ripercorsa tante volte, sin dal suo inizio, ma questa volta vogliamo essere chiari e definire una cosa precisa: SIAMO DISPONIBILI AL DIALOGO! Lo siamo sempre stati, lo siamo stati sin dall’inizio di questo percorso tanto quanto lo siamo stati durante i rispettivi percorsi Associativi, non abbiamo mai illegittimamente preteso ma abbiamo sempre avanzato richieste basate su dati ed atti chiedendo, nel momento del mancato espletamento del bando, un confronto costruttivo NELL’UNICO INTERESSE DELLA CITTA’, mai ci siamo tirati indietro di fronte alle difficoltà e mai lo faremo, consapevoli che trovare una soluzione che metta d’accordo tutti sia difficile ma non impossibile e che tale soluzione dunque non può partire dal precetto dell’evitare un umile e costruttivo confronto

Chiediamo dunque un incontro con il Sindaco e chi di dovere per chiarire definitivamente il nodo, analizzare la situazione, identificare la soluzione ideale, prendere degli impegni certi e calendarizzati da ambo le parti, impegni chiari, palesi ed ufficiali che dettino l’inizio di una fase fattiva e risolutiva per la comunità tutta. Questa situazione non può più essere procrastinata e le risposte che si attendono sono ormai URGENTI. Da parte nostra vi è tutta la disponibilità nel trovare e proporre soluzioni concrete, certi che tale sia il proposito anche dell’Amministrazione dalla quale attendiamo risposta, non per noi ma per la cittadinanza tutta.


Dicci la tua!